February 18, 2018
Breaking News

Le fantasie sessuali degli italiani

Quando in Italia si parla di sesso, e più nello specifico di fantasie sessuali, spesso si rischia di imbattersi in numerosi tabù. Molti di questi sono rimasti tali per decenni, vuoi per una capacità di sdoganamento delle ultime tendenze sempre lenta ad affermarsi nel nostro Paese, vuoi per una imperitura influenza da parte della morale cattolica, logisticamente più vicina a noi che a qualsiasi altra Nazione. Certo, anche noi paisa’ abbiamo i nostri più o meno celati desideri intimi, tanto che la FISS (Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica) ha diramato in tempi non sospetti i risultati di uno studio volto ad analizzare proprio le fantasie sessuali degli italiani.

Trasgressione, ma non troppo

Il risultato dello studio poteva essere molto sorprendente, in realtà non lo è. Si potrebbe pensare infatti che negli abitanti di un Paese dove si è abituati a parlare così poco di sesso le fantasie legate alla sfera sessuale nascondessero turpi rivelazioni, e invece i dati mostrano una realtà molto meno piccante di quello che ci si aspetterebbe. Secondo lo studio del FISS infatti, su un campione di 500 individui intervistati le donne preferiscono sopra ogni cosa il sesso con il proprio partner, seguito nella lista da baci e carezze, mentre solo più in là si colloca qualcosa di vagamente trasgressivo come la masturbazione reciproca. Poco gettonati i rapporti con uomini più giovani, quelli interraziali e quelli omosessuali.

Gli uomini, dai quali ci si potrebbe aspettare un po’ di pepe in più, non sembrano distaccarsi molto dalle fantasie femminili: sul podio troviamo in ordine la fantasia di ricevere una fellatio dalla partner, seguita dal sesso con la persona che si ama e ancora una volta dalla reciproca stimolazione genitale.

Siamo, quindi, un popolo apparentemente timido: per entrambi i generi si collocano infatti alle ultime posizioni attività che sembrano molto più diffuse in altri Paesi, come quella di concedere uno strip tease o quella fare sesso in un luogo pubblico.

Come prevedibile, spostano di un poco la lancetta della trasgressione talune specifiche categorie: sono decisamente più intraprendenti i giovani fra i 18 e i 39 anni, coloro che sono in una relazione da meno di un anno, i bisessuali e gli omosessuali.